Nel cuore della donna: La menopausa




La menopausa mette fine alle  tempeste ormonali di un ciclo della vita della donna. Una serie di cambiamenti sul piano biologico, psicologico e sociale segnalano la conclusione del periodo fertile. Spesso la donna in menopausa non sa come e cosa è difficile accettare in questo periodo della sua vita. Quali sono le implicazioni psicologico-relazionali e sociali della manopausa?

Forse il segreto della bellezza è l’amore per la propria persona
[Sigmund Freud]

Nella vita di ogni donna la menopausa segna il passaggio dagli anni fertili ad un nuovo stadio della vita.
In ginecologia si parla di menopausa quando la produzione di estrogeni da parte delle ovaie comincia gradualmente a diminuire. Ne consegue che gli ovociti non vengono più rilasciati dalle ovaie stesse. Questi eventi portano alla cessazione del ciclo mestruale.
Durante la menopausa compaiono sintomi di vario genere come irregolarità mestruali, tensione premestruale, irritabilità, ansia, tristezza, vampate di calore, disturbi del sonno che nel loro insieme costituiscono la sindrome perimenopausale o climaterica.

La menopausa è generalmente preceduta da un periodo denominato pre-menopausa della durata media di circa 3 anni ed è seguita da una post-menopausa della durata media di circa 7 anni; l’intero periodo prende il nome di climaterio.

In questa fase della vita della donna si manifestano una serie di disturbi tipici che costituiscono la sindrome menopausale.

  • La prima fase del climaterio inizia intorno ai 45 anni (per alcune poco prima). Le prime manifestazioni sono rappresentate da irregolarità nel ciclo mestruale, che sono identificabili dalle variazioni di flusso (più intenso o al contrario più ridotto). In questo periodo si possono presentare diversi sintomi quali le vampate, gli sbalzi d’umore, le sudorazioni notturne.

  • Si può parlare di menopausa nella seconda fase, la quale è contrassegnata dalla cessazione delle mestruazioni per 12 mesi consecutivi. Generalmente l'età media è di 51-52 anni.
E' molto importante ricordare che la menopausa può verificarsi come evento naturale/fisiologico, ma anche come conseguenza della rimozione chirurgica delle ovaie (annessiectomia) o di patologie o procedure mediche/farmacologiche (menopausa iatrogena).

"L'orologio mensile mi ricordava di essere donna. Ora tutto è finito tutto. Dottore, è solo ora che ci penso. Credo di non aver mai accettato la menopausa. Non mi sento più una donna".
Così, con occhi lucidi, inizia il racconto di Maria, una donna di 52 anni, in menopausa da 2 anni.

Nel 1978 uno studioso di nome Erikson ha preso in esame gli eventi che rappresentano tappe fondamentali nel processo di costruzione dell'identità femminile. Il climaterio (e la menopausa) rappresenta uno degli stadi critici della vita della donna dove l'interazione tra fattori biologici, culturali e individuali minaccia l'equilibrio precedentemente raggiunto. I momenti di crisi come quello che descrive Maria richiedono una ristrutturazione dell'identità femminile che dovrà necessariamente formarsi su nuovi equilibri e fondarsi su nuove basi.
La donna che attraversa il periodo del climaterio o che è già in menopausa attraversa una fase di modificazioni in cui spesso il vissuto prevalente è costituito dalla perdita della fertilità e dell’avvenenza fisica... ma non solo.
Da un  punto di vista psicologico la menopausa spesso rappresenta un momento di fine di un'epoca creativa, positiva, ricca di possibilità e di futuro, in cui la donna si sente soggetto possibile di scelte desiderate e promettenti, dove gli affetti, i sentimenti e le emozioni promettono un mondo gioioso... e potenzialmente carico di frutti

La menopausa rappresenta il momento del bilancio, il momento di inventario, una tappa dell'identità femminile in cui la donna si rimette in discussione a partire dalle sue esperienze passate, felici o fallimentari, dalle sue prospettive e speranze che potrebbero esservi nel futuro.


Le donne in menopausa spesso riconoscono il bisogno e la necessità di un intervento volto al raggiungimento di un nuovo equilibrio psicologico e sessuale.

Il rapporto con il proprio corpo che cambia, la percezione di distanza rispetto alle nuove generazioni di donne, il rapporto con il proprio partner sono solo alcune degli aspetti che in menopausa necessitano di una ridefinizione e di un'accurata disamina.
Spesso in menopausa la donna incontra difficoltà anche sul piano sessuale: la carenza di estrogeni può influire negativamente sulla funzione sessuale sia per quanto riguarda le alterazioni del tono dell’umore e la libido, sia localmente rendendo meno elastica e lubrificata la mucosa vaginale.
Il disagio o il dolore provato durante il rapporto può contribuire significativamente al calo del desiderio sessuale e sortire effetti di evitamento della sessalità. Una problematica sul piano biologico, come per esempio la carenza di estrogeni, può avere delle ripercussioni sulla vita sessuale di coppia.  

La consulenza psicologica e sessuologica in menopausa diventa un utile strumento per la donna che necessita di  raggiungere un nuovo adattamento per vivere serenamente questa fase del ciclo di vita, trovando nuovi pilastri sui quali consolidare e ristrutturare la propria identità femminile.




Sei una donna in menopausa?

Hai notato un abbassamento del desiderio sessuale ?
Commenta questo articolo o scrivi a SexoPost@




Responses

0 Respones to "Nel cuore della donna: La menopausa"

|
 
Return to top of page Copyright © 2010-2013 | E' espressamente vietato riprodurre e diffondere, integralmente o parzialmente, i contenuti di Sessuologia Cagliari Blog senza autorizzazione scritta dell’autore e senza citarne la fonte. Per richiedere l'autorizzazione consultare la sezione Informazioni e Contatti. Create by HackTutors