Via dell'Amore



(...) Spesso nella nostra vita ci confrontiamo con il fallimento nelle storie d'amore. Cadiamo in un vortice di pensieri, nel senso di vuoto e nel vuoto di senso. 
L'amore è un punto di incontro quando restituisce fiducia. Spesso invece entriamo in una delle vie dell'amore, quell'antica strada che conosce il dare a senso unico. 
Non possiamo donare la nostra anima a chi non è disposto a dare niente. Non possiamo spogliarci dei nostri abiti per riscaldare chi abiti non ha, e se lo facciamo, presto ci troveremo a fare i conti con il vuoto e il gelo. 

Ci troveremo avvolti in un senso di vuoto, a portare avanti un viaggio con qualcuno che non ci comprende, che non ci vede, che non capisce e che ci ama solo perché nella via dell'amore ha imparato che vive grazie a noi, e noi abbiamo imparato che viviamo ogni giorno perché portiamo cibo al nido. Come l'uccellino che apre il becco per ricevere il bolo. L'amore chiede il volo e la libertà.
Chi non sa fare un complimento, non sa ricevere un complimento. Chi non sa fare un regalo, non sa ricevere un regalo.
La via dell'amore è un punto di incontro, di due vite che conducono la loro esistenza e ne condividono i frutti. Io ho questo da condividere con te, io ho quest'altro. Amore è donare e condividere, ma anche ricevere. Amore è saper ricevere. A volte capita che qualcuno sosti nella via dell'amore, aspettando che l'altro torni ad imboccarlo, a curargli tutte le ferite, a superare tutte le correnti gravitazionali. E poi per farti mangiare ... Sembra bellissimo. E' un monologo d'amore. (...)  Dal quaderno "Veleni", di Antonio Dessì


Responses

0 Respones to "Via dell'Amore"

|
 
Return to top of page Copyright © 2010-2013 | E' espressamente vietato riprodurre e diffondere, integralmente o parzialmente, i contenuti di Sessuologia Cagliari Blog senza autorizzazione scritta dell’autore e senza citarne la fonte. Per richiedere l'autorizzazione consultare la sezione Informazioni e Contatti. Create by HackTutors